Ipotesi plausibile, lettera di Salvini al santo Padre.

Santità. La prego di ricevermi, so che Ella ha molto da fare , ma voglia trovare un attimo per me.

Le anticipo,che sono pentito,ho detto un sacco di castronerie, ma La prego di credermi,sono pentito.

Ho deciso di rassegnare le mie dimissioni, da ogni incarico, in quanto ormai ho assolto al ruolo . I migranti non ci sono più, i clandestini sono spariti, le navi non solo non attraccano più ma evitano addirittura di salpare, ed a bordo non ci sono più migranti ma solo più merci.

Santità raccolga questa mia supplica, io ho compreso in un attimo di lucidità, cosa che mi è rara, che non posso più continuare a prendere in giro il Popolo, in quanto con Esso prendo in giro me stesso, tutte le castronerie che ho detto e le stupidaggini che ho fatto, sono da ritenersi superate, ormai il buon Dio, mi ha fatto ritrovare il senno e quindi Santità, La prego mi riceva, mi accolga tra i Cristiani, ritrovati, vedrà che non concorrerò più con le mie folli bugie, ad irretire il Popolo, sò che molti si sono infatuati di me e delle “cazzate” che continuamente ho fatto, ( scusi santità) il francesismo è esplicativo, affinchè anche il mio Popolo lo intenda, vedrà Santità , ho letto la parabola del figliuol prodigo, ho capito tante cose, e già questo è un sintomo , chiaro, prima anche quando leggevo non capivo, dunque il Signore mi stà difatto “soccorrendo” , vedrà chiederò scusa a quegli italiani che presi dall’ enfasi tipica dei “tardi” mi hanno seguito fino ad osannarmi, erano anch’essi delle anime “perse” che capiranno , capiranno che non era Amore, ma solo infatuazione, che si accorgeranno anch’Essi che da un’infatuazione se ne esce, vuoti come prima ,ma se ne esce!

Grazie ,Santità, La supplico, mi aiuti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *